isav Onlus malati SLA Abruzzo

Ricordiamo Stefano Borgonovo

Ricordiamo Stefano Borgonovo uno dei tanti calciatori che ha dovuto combattere contro la SLA, una malattia che purtroppo può colpire indistintamente tutti. In questa puntata abbiamo voluto ricordarlo insieme ad Antonio Martorella, compagno di squadra nel Pescara Calcio e suo grande stimatore. 

Ricordiamo Stefano Borgonovo

Era l’estate del ’92, il Pescara era appena passato in Serie A e in quella campagna acquisti venne ingaggiato Stefano. Immaginate la mia emozione nell’essere compagno di squadra di un centravanti di livello internazionale“. Con queste parole Antonio Martorella, ex centrocampista del Pescara Calcio, comincia a raccontare come ha conosciuto Stefano. Borgonovo arrivava dal Milan di Van Basten e Gullit, dall’aver segnato un gol fondamentale nella semifinale di Champions League a Monaco. Inoltre Stefano ha giocato anche a Firenze e Roberto Baggio ancora oggi lo ricorda con grande affetto. Antonio racconta che ad ogni fine allenamento Stefano, si fermava sempre con i compagni di squadra più giovani. Un calciatore con una bella visione di gioco e con una grande umiltà.  Quando Stefano annunciò pubblicamente di avere la Sla era il 5 settembre 2008; ha combattuto la malattia per 5 anni senza mai mollare. Infine nel dicembre 2008 ha creato la fondazione Stefano Borgonovo Onlus.

Il gol di Martorella e l’abbraccio con Borgonovo che i tifosi del Pescara non dimenticheranno mai  

È sempre emozionante rivivere questo momento, nonostante abbia visto il video almeno duecento volte“. Una partita che è rimasta nella memoria collettiva, il Pescara batte la Juventus con un clamoroso 5 a 1. E pensare che i biancazzurri dopo soli due minuti perdevano uno a zero per una gol di Ravanelli. Dalla paura di prendere un’imbarcata alla clamorosa rimonta a suon di reti. Poi il quattro a uno siglato proprio da Antonio e l’abbraccio con Borgonovo. Emozioni che i protagonisti in campo, il pubblico sugli spalti e i tifosi del delfino avranno sempre scolpito nel cuore. Nel corso dell’intervista abbiamo mostrato il video della rete di Antonio. Se vuoi rivederlo e rivivere tutta l’intervista, clicca qui. Noi di ISAV, abbiamo ringraziato più volte Antonio per la sua testimonianza perché possa essere di sensibilizzazione per tutte quelle persone che non conoscono questa terribile malattia. Tra l’altro soprannominata dallo stesso Borgonovo “La Stronza”. Chiudiamo con il ricordarvi che la Sla ha colpito anche tanti altri atleti. Tra cui Alessandro Scioli, marito e padre di 3 ragazzi che ci ha lasciato appena un anno fa.

Facebook
Twitter
Email
Print